Cos'è il Decreto Legislativo 231/01?

È la normativa che ha introdotto nel nostro ordinamento la “responsabilità amministrativa degli Enti” (società di capitali e di persone, imprese individuali, cooperative, fondazioni, associazioni anche prive di personalità giuridica, altri enti privati e pubblici economici) a fronte di determinati reati commessi nell'interesse o a vantaggio dei medesimi dai propri amministratori o dipendenti.


Quali sono i reati previsti dal D. Lgs. 231/01?


Quali sono le sanzioni previste dal D. Lgs. 231/01?

La violazione del decreto legislativo 231/01 comporta — secondo i casi — l'irrogazione di sanzioni pecuniarie (ossia il pagamento di una somma di denaro da un minimo di € 25.800,00 fino a un massimo di € 1.549.000,00), l'applicazione di sanzioni interdittive (l'interdizione dell'esercizio dell'attività, la sospensione o la revoca delle autorizzazioni e/o licenze, l'esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi, sussidi e l'eventuale revoca di quelli già concessi, il divieto di pubblicizzare beni o servizi), la confisca e la pubblicazione della sentenza.

La responsabilità amministrativa nella quale incorre una società, comporta, dunque, conseguenze per un numero elevato di soggetti: